Questo sito non supporta completamente il tuo browser. Ti consigliamo di utilizzare Edge, Chrome, Safari o Firefox.

Carrello 0

Non ci sono altri prodotti disponibili per l'acquisto

Subtotale Gratuito
Spese di spedizione, imposte e codici sconto vengono calcolati in fase di pagamento

Il tuo carrello è vuoto.

Degustazione cieca (come un maestro somm)

Blind-Taste-Test

La parte di "degustazione pratica" dell'esame Master Sommelier è valutata sulla capacità del candidato di non essere ciechi e descrivere sei diversi vini. In meno di mezz'ora, deve identificare le varietà di uva, il paese di origine, il distretto e la denominazione dell'origine e le annate del vino. Il superamento di questo test richiede passione e impegno senza precedenti e guardare i professionisti annusare, sorseggiare e infine identificare i vini è notevole.


La degustazione cieca è un po 'come risolvere una prova complicata nella geometria. Devi affrontarlo passo dopo passo, trarre conclusioni basate su cose specifiche che vedi, odore e gusto lungo la strada. La Corte del Maestro Sommeliers separa la degustazione in cinque parti: vista, naso, palato, conclusione iniziale e conclusione finale. Tutto (dal colore e dal sedimento all'acidità e al tannino) si riunisce come pezzi a un puzzle più grande.


Se sei interessato a migliorare le tue capacità di degustazione di vini, l'uso di questo metodo dedicato dedicato è un ottimo punto di partenza. La degustazione cieca è anche il modo migliore per formare opinioni imparziali sul vino che non hanno nulla a che fare con i punteggi di Critic, il design delle etichette o le nozioni preconcette su un'uva specifica.


VISTA:

Prima di sorseggiare o addirittura annusare il vino nel bicchiere impiega alcuni momenti per ispezionarlo. I segnali visivi possono rivelare un po 'di processo di vino, cella e vinificazione del vino, tutti i componenti chiave per determinarne la sua identità.


Cosa dovresti pensare quando guardi un bicchiere di vino?


CHIAREZZA:

Il vino è chiaro o nuvoloso? Se è chiaro, è probabilmente filtrato, il che può indicare un vino domestico.


LUMINOSITÀ:

Inclina un po 'il bicchiere e osserva quanta luce si riflette nel vetro. La scala di luminosità varia da nuvolosa a brillante. Un vino brillante è di solito molto pallido, quasi come l'acqua - vino bianco che è stato in bottiglia per un anno o meno. Rosso I vini sono raramente classificati come brillanti.


(La scala di luminosità a sette punti è: nuvolosa, confusa, opaca, luminosa, luminosa, stella luminosa e brillante)


COLORE:

Il colore darà indizi sull'età e sulla salute del vino. Generalmente, Rosso I vini perdono il colore e diventano più chiari come se i vini bianchi si approfondiscono di colore.


Di che colore vedi nel tuo bicchiere?


Vino bianco: Paglia, giallo, Oroo marrone


Vino rosa: Rosa, salmone o marrone


Rosso Vino: Viola, rubino, granato o marrone


RIM Variazione:

Se il vino al centro del bicchiere è di un colore più profondo del vino sul bordo (come un gradiente), saprai che il vino è più vecchio. La variazione del cerchio è più facile da notare Rosso I vini ma con un'età considerevole, possono essere visti anche nei bianchi.


Sedimenti:

COME Rosso vino invecchia, abbronzatura precipitato, creando sedimenti. I sedimenti nei vini più vecchi possono variare da molto fine a spessi, a seconda dello stile. Nei vini più giovani, i sedimenti possono essere un segno di nessuna filtrazione.


GAMBE:

Metti il ​​bicchiere sul tavolo e disegna piccoli cerchi per far roteare il vino. Quando si tiene di nuovo il vetro, osserva la larghezza delle gambe e la velocità con cui si muovono lungo il vetro. Le gambe rivelano il livello di alcol e/o presenza di zucchero residuo. Se le gambe sono spesse e lente, puoi aspettarti un corpo pieno Rosso Questo è ricco di alcol o zucchero residuo (o forse entrambi). Un vino corporeo più leggero con alcol basso o senza zucchero residuo avrà gambe sottili e in rapido movimento.


NASO:

Un team di neurobiologi della Rockefeller University di New York City, ha recentemente scoperto che gli umani sono in grado di rilevare approssimativamente Un trilione di odori. E l'odore e il gusto lavorano insieme per determinare il sapore (l'odore porta la squadra, rappresentando oltre l'80%).


Esistono varie tecniche per annusare il vino, provali tutti per determinare cosa funziona meglio per te.


Per cosa stai annusando?


SCREPOLATURA:

Ci sono una serie di faglie di vino per cui puoi sentire l'odore - TCA per esempio, odora di un seminterrato ammuffito, umido o un cane bagnato. Se qualcosa va storto nel processo di vinificazione e i livelli di zolfo sono sbilanciati, è possibile notare l'odore di uovo marcio o skunk. Controlla questo Wine Folly Post Per i sette difetti più comuni e come individuarli.


FRUTTA:

A seconda delle varietà di uva, saranno presenti caratteristiche di frutta diverse. Rosso I vini generalmente mostrano Rosso o sapori di frutta nera mentre i vini bianchi sono agrumi o-alberi.

Fruit-flavors in-Rosso-and-white-v-wine-min

Aromi non protagonisti:

Oltre alla frutta, i vini hanno aromi non fruttiti come fiori, spezie, erbe e noci. Questi aromi tendono a diventare più importanti con l'età del vino.


TERRA:

I vini del vecchio mondo tendono ad avere una qualità terrosa per loro mentre i vini del Nuovo Mondo tendono ad avere molto poco (la frutta è molto più importante). Odore di cose come funghi, erba bagnata o terreno.


LEGNA:

La presenza di aromi come il fumo o la tavola di quercia è un altro pezzo del puzzle. Alcuni vini hanno pochissimi aromi di legno (se presenti) mentre altri ne hanno un bel po '.


Alcool:

Quando annushi il vino ti senti calore nel naso? In tal caso, il vino ha un alto contenuto di alcol. Puoi confermare ricordando ciò che hai visto quando hai esaminato le gambe del vino in precedenza.


ETÀ:

Ancora una volta, usa il naso per confermare ciò che hai visto quando hai ispezionato il colore dei vini, i sedimenti e la variazione del cerchione. Odotti frutti luminosi (giovani) o aromi speziati e audaci (aromi)?


PALATO


Ora è il momento di assaggiare il vino, il che dovrebbe confermare tutto ciò che hai appena sentito e aiutarti a determinare esattamente quale vino è nel tuo bicchiere.


Ricorda, sorseggia con uno scopo, prestando attenzione ai singoli componenti su come il vino sati.


DOLCEZZA:

La gamma per la dolcezza va dall'osso asciutto a molto dolce. Il livello di dolcezza può indicare varietali, stile e origine del vino.


CORPO:

Come si sente il vino in bocca? Ti ricopre la lingua? Pensa a come si sente il latte scremato in bocca: si muove rapidamente sulla lingua, quasi come l'acqua. Questo è simile a come si sentirebbe un vino corposo. I vini del corpo più pesante ti ricoprono la bocca proprio come farebbe la crema pesante. Oltre a rivelare indizi sul vino, la comprensione del corpo gioca un ruolo importante negli abbinamenti di cibo e vino.


Frutta, terra, legno:

Il tuo obiettivo qui è confermare tutto ciò che avevi un odore. Stai assaggiando gli stessi sapori che avevi un odore prima? È qualcosa di diverso? Più o meno pronunciato?


TANNINO:

I tannini sono usati per invecchiare il vino e in eccesso possono lasciare il vino molto amaro (pensa a caffè o tè ghiacciato troppo).


Alcool:

Stiamo ancora cercando calore, ma questa volta in gola o petto. Ancora una volta, questo dovrebbe confermare solo ciò che hai già sentito.


ACIDITÀ:

L'acidità influisce notevolmente sul gusto del vino. Troppo acido renderà un vino incredibilmente aspro e probabilmente inarrestabile ma troppo piccolo, e il vino non mancherà la freschezza e sarà incapace invecchiamento.


BILANCIA:

Quanto bene coesistono i frutti, gli acidi e i tannini? Si stanno combattendo a vicenda o perfettamente in sincronizzazione?


FINE:

Per quanto tempo il gusto del vino continua a soffermarsi sulla lingua? In generale, i migliori vini hanno le finiture più lunghe.


COMPLESSITÀ:

Se il vino fosse un ospite della festa, avrebbe molte cose interessanti da dire su se stesso o sarebbe unidimensionale (noioso)? I vini semplici tendono ad essere fruttati senza sfumature o strati mentre i vini complessi sono esattamente l'opposto.


Conclusione iniziale

È tempo di profilare il vino, proprio come potrebbe fare un detective in un caso che sta cercando di risolvere. Tutti gli indizi che hai visto, odorato e assaggiato ti permettono di iniziare a dipingere un'immagine di cosa sia il vino e da dove potrebbe essere. Non farti ancora troppo prese in dettaglio, iniziamo dipingendo con grandi tratti.


Old World/Nuovo mondo:

La frutta è la componente più diffusa per il vino, che si distingue molto più dei componenti non fruttiti? Questo è un vino del nuovo mondo. I vini del vecchio mondo sono guidati da aromi e sapori terrosi e minerali.


CLIMA:

Colore scuro? Ricco di alcol? Sapori intensi? Il tuo vino proviene da una regione calda in cui le uve sono state completamente maturate. L'uva coltivata in climi più freddi non si maturano completamente e, di conseguenza, il vino sarà di colore più chiaro, ricco di acido e a basso contenuto di alcol.


Varietà di uva:

Questo è dove la pratica rende perfetti. Dovrai fare un'ipotesi istruita basata su tutti gli indizi che hai compilato: frutta, terra e legno sono tutti indicatori forti in quanto tutte le varietà di uva hanno tratti distintivi diversi. Più assaggi, maggiore sarà il tuo quadro di riferimento.


FASCIA D'ETÀ:

È il vino pieno di frutta o sapori secondari (terra, cioccolato, liquirizia, pelle) da invecchiamento? Assegna al vino una fascia di età (1-3 anni/3-5 anni/5-10 anni/più di dieci anni).


Conclusione finale

L'ultimo passo per la degustazione cieca è la conclusione finale. I professionisti conoscono i loro vini così bene che possono dichiarare con convinzione del paese, della regione e della denominazione del vino, insieme alla varietà di uva e alla vintage.


Può sembrare un processo scoraggiante - e non c'è dubbio che gli esperti Versa Anni nell'apprendimento dell'arte - ma la buona notizia è che diventare un grande assaggiatore cieco richiede un bel po 'di degustazione, il che non è certamente la cosa peggiore del mondo!